Tipiche immagini da blog di emo.

La dimostrazione che, sinora, questo blog è riuscito bene sta nel fatto che non ho voglia di rovinarlo. E' quasi un mese, ormai (credo) che non ci scrivo, ma non perchè non abbia avuto niente da dire, o non abbia pensato nulla, o io mi senta bene con me stesso e col resto dell'universo. Ho temporaneamente smesso di scriverci per quella sensazione, per me frequente, di non andare a parare da nessuna parte. Ho avuto un mese particolarissimo davanti, mese in cui ho davvero pensato a Dio, ai suini, alla vita, all'universo, a tutto quanto eppure anche al nulla, ed avrei scritto tanto. Ma a che sarebbe servito? A CHI, soprattutto, sarebbe servito?

Non sto ancora evidentemente abbastanza nello stato d'animo giusto, per questo posto. Arriverà il momento in cui questi pensieri diventeranno necessariamente parole scritte. Arriverà, mi conosco. Ma non ancora. Per ora, è soltanto parlare da solo con la radio a basso volume.

Accanto a me, un passeggero silenzioso, me stesso.